skip to Main Content

Una mamma di Viterbo cui vi parlerò mi aveva contattata il giorno di Ferragosto in lacrime dicendomi che dormiva seduta con bimba spalmata addosso da 3 mesi e da due giorni non riusciva a trovare il modo per mangiare e per di più “puzzava come una capra” perché non aveva tempo di farsi una doccia…

Mi aveva strappato il cuore con queste sue affermazioni e ho deciso di aiutarla immediatamente per risolvere definitivamente il problema del sonno del bambino.

In molte pensano che l’allattamento a richiesta preveda che il bambino dorma poco, ovviamente si sostiene che sia normale che abbia il PROBLEMA DEL SONNO DEL BAMBINO e si risvegli con poppate ravvicinate anche ogni ora; bisogna, quindi, passare le giornate con il bambino sempre attaccato al seno e pazienza se la mamma non riesca a farsi una doccia o a riposarsi…. SBAGLIATO!

Tutti pensano che è NORMALE che il bambino non dorma:bisogna “rassegnarsi”, iniziando questo periodo in condizioni pietose? Dobbiamo essere genitori devastati dopo lunghe nottate in bianco?

La mamma è la mamma, dicono tutti, ma tu stai piangendo, perché non sai cosa fare da un lato, dall’altro hai paura di chiedere, perché ti sentiresti ancora più sbagliata.

Ecco, non preoccuparti di questo, nessuno nasce conoscendo già tutto, trova una figura che ti sia vicina, che non ti faccia sentire giudicata E che soprattutto ti sostenga e ti aiuti a risolvere definitivamente il problema del sonno del bambino.

Possiamo leggere l’esperienza che ho avuto con questa mamma con 2 figli che aveva avuto con entrambi i figli il PROBLEMA DEL SONNO DEL BAMBINO:

Ecco cosa ci scrive questa mamma:
“Ciao a tutti!
Mi chiamo Fausta e ho 34 anni. Ho una bimba di quasi 6 mesi e un bimbo che al momento del parto della sorellina, aveva 2 anni. Ho partorito in pieno lock down. Non è stato per niente una passeggiata. Zero aiuti in tutto e per tutto. Fortunatamente la bimba la notte dormiva. Ma il giorno era un delirio. Piangeva gran parte della giornata e faceva micro pisolini di max mezz’ora, quando andava bene. Il risultato? Non avevo tempo. Tempo da dedicare a me, ma soprattutto tempo da dedicare al bimbo più grande, che in quel momento ne aveva bisogno. È stato un attimo far arrivare lo stress alle stelle. Storia già sentita, visto che col primo figlio ho avuto una piccola depressione post parto e tanti PROBLEMI DEL SONNO DEL BAMBINO. Dico piccola, perché fortunatamente non ho avuto bisogno di medicine. Tra il lock down, il calo ormonale post parto, un bambino più grande da gestire, nessuno che potesse aiutarmi (oltre mio marito ovviamente), ero davvero nel panico. E la paura di stare di nuovo male era tanta. Così ho cercato un po’ online qualcuno che potesse aiutarmi ad insegnare alla mia bimba ad addormentarsi da sola. Così ho conosciuto Pia. Mi sono subito fidata e affidata, anche perché sono sempre stata convinta che i bambini HANNO BISOGNO DI DORMIRE, e soprattutto i bambini VOGLIONO DORMIRE, al contrario di quello che ci vogliono far credere. Pia mi ha accompagnato in questo percorso dove, più che alla bimba, ha insegnato a me tante cose. Ad avere fiducia in me stessa, ad ascoltare la bimba ma soprattutto a fidarmi di mia figlia, e dei segnali che mi mandava. Una volta imparato ad addormentarsi da sola, magicamente ha smesso di piangere tutto il giorno, si sono regolarizzate le poppate, finalmente avevo tempo per giocare col grande e tempo da dedicare a me. Se solo avessi conosciuto Pia quando è nato il mio primo bimbo, avrei vissuto una maternità molto meno burrascosa, e mi sarei probabilmente risparmiata tutto lo stress e la depressione che ho avuto, e che ogni tanto fa ancora capolino. Grazie Pia, perché con il tuo aiuto sono convinta di aver fatto a mia figlia uno dei regali più belli, che le rimarrà per tutta la vita e che finalmente non avrà più il PROBLEMA DEL SONNO!””

Se anche tu a Viterbo hai un PROBLEMA DEL SONNO DEL BAMBINO contattami subito.

Ho preparato per te una lettera privata GRATUITA per risolvere i tuoi problemi di stanchezza, clicca sul bottone verde per riceverla.

Clicca qui per ricevere la tua lettera privata da Tata Pia